Primo Dopoguerra : Carafoli D.-Bocchini Padiglione: Ettore Muti
All for Joomla All for Webmasters
Carrello
0 Oggetti - 0,00 €
Aggiungi 30€ spedizioni gratis
Il tuo carrello è vuoto!
I tuoi prodotti Prezzo
./Ettore_Muti_4e9e717130694

Carafoli D.-Bocchini Padiglione: Ettore Muti

Prezzo base14,50 €
Prezzo di vendita12,33 €
Sconto-2,17 €

Con spedizione Corriere (Italia) per 5,00 €

Descrizione veloce

La vita di un gerarca anomalo, la cronaca di un delitto impunito. Questa biografia ricostruisce la vita di Ettore Muti e svela, attraverso nuovi documenti, aspetti finora sconosciuti della sua morte.
EAN: 9788842530213

Qta:

Ettore Muti
Il gerarca scomodo

Domizia Carafoli
Gustavo Bocchini Padiglione

Pagine: 216
Codice: 13479
EAN 9788842530213
Collana: Testimonianze fra cronaca e storia - 1919-1939: vent'anni di pace instabile


Combattente pluridecorato, squadrista violento, fascista imprevedibile e ingovernabile.
Ettore Muti fu un gerarca anomalo.

Nato a Ravenna nel 1902, nella Prima Guerra Mondiale si arruolò giovanissimo nei reparti d’assalto, fu legionario fiumano con D’Annunzio e poi ufficiale aviatore nelle guerre di Etiopia, di Spagna e nella Seconda Guerra Mondiale. Mussolini lo volle segretario del PNF al posto di Achille Starace ma dopo un solo anno lo rimosse dallo sgradito incarico, con suo grande sollievo, consentendogli di tornare finalmente a combattere.

Il 25 luglio 1943 lo trovò schierato su posizioni monarchiche. L’intesa con Badoglio fu però di breve durata. Muti venne arrestato e ucciso dai carabinieri il 24 agosto 1943 nella pineta di Fregene in circostanze finora mai chiarite.

Questa biografia ricostruisce la vita di un gerarca atipico e svela, attraverso nuovi documenti, aspetti finora sconosciuti della sua morte. Perché fu ucciso Muti? Che ruolo ebbe Badoglio nella sua morte? Chi fu il mandante dell’omicidio? Domande che hanno ora una risposta.


Gli autori

Domizia Carafòli è nata a Milano, dove vive e lavora. Laureata in germanistica, cominciò l’attività giornalistica nel periodico «Candido». Passata al quotidiano «La Notte» con Nino Nutrizio, fu poi chiamata al «Giornale» da Indro Montanelli. Con Gustavo Bocchini Padiglione ha pubblicato Eran Trecento, biografia di Carlo Pisacane, e, per Mursia, Il Viceduce, Ettore Muti, il gerarca scomodo e Aldo Finzi, il fascista ucciso alle Fosse Ardeatine.

Gustavo Bocchini Padiglione, nato a Roma, giornalista professionista, ha cominciato l’attività giornalistica nella redazione veneziana del quotidiano «La Notte». Attualmente vive e lavora a Milano. Per Mursia è autore di Camerati, in camera!. Con Domizia Carafòli ha firmato per Giunti Eran Trecento e per Mursia Ettore Muti, il gerarca scomodo; Il Viceduce. Arturo Bocchini capo della polizia fascista e Aldo Finzi. Il fascista ucciso alle Fosse Ardeatine.


Rassegna stampa

Nessuna recensione disponibile per questo prodotto.

Informazioni

  • icon
    Indirizzo : Via Tadino 29 Milano, MI, Italia.
  • icon
    Ufficio vendite online
    Telefono : 02 277273-21

Questo sito utilizza cookie per il suo funzionamento, anche di «terze parti». L’utilizzo di questo sito, la navigazione verso altre pagine o la chiusura della presente finestra rappresentano un esplicito consenso all’uso dei Cookie. Per conoscere il funzionamento dei Cookie, per bloccarne in tutto o in parte l’utilizzo e per conoscere tutte le informazioni relative al trattamento dei dati personali è possibile visualizzare la pagina di informativa estesa.