Letteratura: Barilli Renato: I narratori della generazione di mezzo
All for Joomla All for Webmasters
Accedi
Registrati



Carrello
0 Oggetti - 0,00 €
Aggiungi 25€ spedizioni gratis
Il tuo carrello è vuoto!
I tuoi prodotti Prezzo
Barilli

Barilli Renato: I narratori della generazione di mezzo

Prezzo base22,00 €
Prezzo di vendita18,70 €
Sconto-3,30 €

Descrizione veloce

Terzo volume della trilogia sulla letteratura del Novecento. Scrittori a metà tra le grandi avanguardie dei primi decenni e le neoavanguardie della fine del secolo. Scrittori che in modi diversi mettono in scena l’uomo comune, medio, in cui si sommano tutte le inquietudini esistenziali e psicologiche dell’uomo contemporaneo.

Qta:

I narratori della generazione di mezzo
Fitzgerald, Sartre, Camus, Gombrowicz, Moravia
Renato Barilli

 

Pagine: 282
Codice: 11015
EAN 978-88-425-5638-1
Collana: Civiltà letteraria del Novecento - Saggi


Anche questo saggio nasce come il precedente, La narrativa dei «capitani coraggiosi», che ha fatto seguito al capostipite della serie, La narrativa europea in età contemporanea, per il fatto che in quel primo studio non era potuto entrare un personaggio di grande statura quale Joseph Conrad. Infatti l’attivismo esasperato e l’essere per la morte degli eroi conradiani non trovavano posto nella sottile analisi del vissuto condotta da autori quali Joyce e Compagni. Però, a sua volta, in quella sequenza successiva non è entrato uno scrittore come Camus, il cui «straniero» sembra gettarsi pure lui a compiere un atto inconsulto, un omicidio immotivato, sostenendone poi stoicamente le conseguenze. Ma in questo caso non si tratta appunto di un eroe, bensì di un essere comune, mediocre, e così si dica per gli altri personaggi presentati dai narratori di questa famiglia. Sartre fa provare nausee e crisi di rigetto a un’esistenza media, quando si trova in presenza di oggetti banali. Il polacco Gombrowicz istruisce un’arguta caccia al tesoro andando a sorprendere certi sintomi di sapore freudiano che inquietano il comportamento di gente comune. Il nostro Moravia tratta i casi di personaggi della buona borghesia che però si dissociano dall’affarismo e dallo spirito di possesso dei loro simili. Infine lo statunitense Scott Fitzgerald, pure lui, mette in scena personaggi perplessi, esitanti, quasi degli «uomini senza qualità» alla maniera di Musil. Anche in questo caso, come nei saggi precedenti, vengono esaminati autori quasi coetanei, nati nel corso del primo decennio del Novecento, solo con qualche anticipo, per il più anziano Scott Fitzgerald, o qualche scavalcamento in avanti, se si pensa a Camus.


L'autore

Renato Barilli (1935) è professore emerito dell’Università di Bologna, dove per lunghi anni ha insegnato Estetica, Arte contemporanea e Fenomenologia degli stili, scrivendo numerosi saggi in ciascuno di questi settori, cui va pure aggiunta una vasta produzione dedicata alla critica della narrativa. Con Mursia ha pubblicato numerosi contributi, tra cui: La narrativa europea in età contemporanea (2014) e La narrativa dei «capitani coraggiosi» (2015).





Informazioni

  • icon
    Indirizzo : Via Tadino 29 Milano, MI, Italia.
  • icon
    Ufficio vendite online
    Telefono : 02 277273-21
Top

Questo sito utilizza cookie per il suo funzionamento, anche di «terze parti». L’utilizzo di questo sito, la navigazione verso altre pagine o la chiusura della presente finestra rappresentano un esplicito consenso all’uso dei Cookie. Per conoscere il funzionamento dei Cookie, per bloccarne in tutto o in parte l’utilizzo e per conoscere tutte le informazioni relative al trattamento dei dati personali è possibile visualizzare la pagina di informativa estesa.