Storia Contemporanea: Musu M.: La ragazza di via Orazio. Vita di una comunista inquieta
All for Joomla All for Webmasters
Accedi
Registrati



Carrello
0 Oggetti - 0,00 €
Aggiungi 25€ spedizioni gratis
Il tuo carrello è vuoto!
I tuoi prodotti Prezzo
./La_ragazza_di_vi_4eeb662ad8a47

Musu M.: La ragazza di via Orazio. Vita di una comunista inquieta

Prezzo base14,50 €
Prezzo di vendita12,33 €
Sconto-2,17 €

Descrizione veloce

Una vita rocambolesca, piena: un'autobiografia che ripercorre gli ultimi settant'anni del Novecento, dall'interno del comunismo militante, nel suo anelito verso la libertà e nella rivolta contro la dittatura fascista.

Il prodotto non è momentaneamente disponibile. Avvisami!

La ragazza di via Orazio
Vita di una comunista irrequieta
Marisa Musu

Pagine: 208
Codice: 13920
EAN 9788842521907
Collana: Testimonianze fra cronaca e storia - 1939-1945: Seconda guerra mondiale


«Se ti chiedono chi viene a trovarci, rispondi che sei oiccola e non sai niente.» Marisa non aveva ancora cinque anni e i genitori temevano che la polizia si facesse dare da lei i nomi degli antifascisti che frequentavano la famiglia. Nata e cresciuta durante il fascismo, l'autrice ha ricevuto dai genitori i primi elementi della rivolta contro la dittatura e dell'amore per la libertà. Entrata giovanissima in contatto con i comunisti, nel 1942, non ancora diciassettenne, è già attiva nella cospirazione; due anni dopo fa la lotta armata, sfugge in circostanze romanzesche alla fucilazione e si ritrova in un'Italia libera, sì, ma distrutta e in preda a profonde ingiustizie sociali.

Dalle lotte dell'immediato dopoguerra per il pane e il lavoro a quelle per l'occupazione delle terre, per la democrazia e la pace, il suo cammino verso l'età adulta non ha un attimo di tregua. Vengono gli anni '60 in Cina, il '68 con gli studenti e il Vietnam, e poi il Mozambico, la Palestina. Da suo padre ha imparato a non tirarsi indietro di fronte a «ciò che deve essere fatto».


Gli autori
Marisa Musu, nata a Roma da genitori antifascisti sardi, è entrata nell'organizzazione clandestina comunista e ha partecipato alla Resistenza armata nei Gap; è stata catturata e condannata a morte; è evasa. È stata insignita di medaglia d'argento al valor militare. Dopo la Liberazione, ha lavorato per anni con Berlinguer nel Movimento giovanile comunista e nella Fgci e ha rappresentato il Pci. Giornalista a «Paese sera» e a «l'Unità», è stata inviata a Praga nel '68, in Vietnam, in Mozambico e in Palestina.

Ennio Polito, nato a Catanzaro nel 1927, è entrato nel '44 nel Movimento giovanile comunista, nel '45 nel partito, nel '47 nella redazione romana de «l'Unità», dove ha lavorato per quarant'anni occupandosi di politica internazionale. Con Marisa Musu ha pubblicato un libro-inchiesta sull'infanzia nei territori palestinesi occupati, I bambini dell'intifada.

 


Rassegna stampa




Informazioni

  • icon
    Indirizzo : Via Tadino 29 Milano, MI, Italia.
  • icon
    Ufficio vendite online
    Telefono : 02 277273-21
Top

Questo sito utilizza cookie per il suo funzionamento, anche di «terze parti». L’utilizzo di questo sito, la navigazione verso altre pagine o la chiusura della presente finestra rappresentano un esplicito consenso all’uso dei Cookie. Per conoscere il funzionamento dei Cookie, per bloccarne in tutto o in parte l’utilizzo e per conoscere tutte le informazioni relative al trattamento dei dati personali è possibile visualizzare la pagina di informativa estesa.