Sidebar
-5%

Scalvini A.: Prigioniero a Cefalonia

: Copie disponibili in magazzino

: Storia e Testimonianze

: Ugo Mursia Editore

€13,78 €14,50

QUESTIONS & ANSWERS

Have a Question?

Be the first to ask a question about this.

Ask a Question
files/60ff09-payment-glyph-icons-logos-freebie.jpg

Prigioniero a Cefalonia
Diario 1943-1945
Angelo Scalvini

A cura di Ugo Coltro

Pagine: 128
Codice: 13464
EAN: 9788842529206
Collana: Testimonianze fra cronaca e storia - 1939-1945: Seconda guerra mondiale


«Poco lontano il mare è testimone della nostra tragedia: lo possiamo vedere ma non lo possiamo raggiungere.»

Angelo Scalvini è un ragazzo quando viene assegnato alla Divisione «Acqui», il 13 gennaio 1943: per mesi respira la calma apparente dell'isola greca e annota nel suo diario le giornate sempre uguali in quel presidio sperduto nel Mediterraneo. Poi, sul finire dell'estate, si diffonde la notizia dell'armistizio.

Il suo diario di guerra diventa così la testimonianza dei giorni febbrili della resistenza della divisione italiana contro i Tedeschi e della prigionia dei sopravvissuti nel campo di Barauka, nella Russia Bianca, e di Danzica, durante i mesi della disperata ritirata delle truppe tedesche.

Un'odissea senza fine e la storia di un ritorno a casa segnato dal dolore, ma anche dalla voglia di ricominciare, in memoria di quei 7.000 compagni morti in Grecia, alla fine di settembre del 1943.


L'autore
Angelo Scalvini è nato a Calcinato, nei pressi di Brescia, il 15 maggio 1923. Scampato all'eccidio della Divisione "Acqui" nel 1943, fu fatto prigioniero dai Tedeschi e liberato dai Russi solo dopo la fine della guerra. Da anni si dedica a raccogliere materiale e testimonianze su una delle pagine più buie della storia militare italiana.


Rassegna stampa
30.10.2011 Brescia Oggi
22.10.2011 Brescia Oggi