Sidebar
-50%

Zawodny J.K.: La vera storia del massacro di Katyn

: Non disponibile

: Storia e Testimonianze

: Ugo Mursia Editore

€7,00 €14,00

QUESTIONS & ANSWERS

Have a Question?

Be the first to ask a question about this.

Ask a Question
files/60ff09-payment-glyph-icons-logos-freebie.jpg

La vera storia del massacro di Katyn
Morte nella foresta

J.K. Zawodny

Pagine: 192
Codice: 13697
EAN 9788842501961
Collana: Testimonianze fra cronaca e storia - 1939-1945: Seconda guerra mondiale


Il problema dell'eccidio di Katyn è stato, per anni, al centro di veementi polemiche. L'eliminazione brutale di migliaia di ufficiali polacchi prigionieri (il meglio dell'«intellighenzia» militare della sfortunata nazione) è stata - anche il seguito alle accuse formulate a Norimberga - per qualche tempo attribuita ai tedeschi.

Lo Zawodny con un'analisi brillante, condotta con il piglio del reportage giornalistico, ma con la rigorosa serietà d'indagine dello storico, dimostra come oggi, grazie ai documenti venuti alla luce in tempi successivi, quel crimine sia da attribuirsi a un «errore» di Stalin. Per una volta, insomma, i nazisti non si sarebbero macchiati di un'azione delittuosa, materia in cui, peraltro, erano maestri.

L'Autore con impressionante lucidità analizza ad uno ad uno i fatti, sistematicamente, con freddezza, in una serrata concatenazione di eventi che lascia il lettore attonito pagina dopo pagina. Il dramma individuale e collettivo di questi uomini si svela in tutta la sua evidenza: ufficiali che non avevano avuto altra colpa se non quella di voler rispettare l'onore della propria divisa, di rimanere fedeli al giuramento prestato, andarono confusamente incontro a un destino atroce e furono sacrificati come pecore al macello. Poi sopra i loro nomi scese la coltre del silenzio: ma per poco. Nessuno credette ai nazisti che, dando notizia del ritrovamento dei corpi, ormai in avanzato stato di decomposizione, incolparono del massacro i sovietici: e questi ultimi, a Norimberga, ottennero facilmente di far attribuire la colpa ai tedeschi. Ed è proprio questa ridda di accuse e controaccuse, con tutte le conseguenze e le complicazioni internazionali suscitate dall'avvenimento, a balzare fuori dalle pagine di quest'opera che si dipana con l'appassioanta cadenza di un dibattito processuale.


L'autore

J. K. Zawodny ha insegnato relazioni internazionali nell'università di Pennsylvania; inoltre, è stato membro dell'Institute for Advanced Studies di Princeton, Senior Associate Member del St. Anthony's College di Oxford, docente delle università di Stanford e di Harvard e membro del Social Science Research Council.


Rassegna stampa