Sidebar
-5%

Norden P.: Saloon Kitty

: Non disponibile

: Storia e Testimonianze

: Ugo Mursia Editore

€16,15 €17,00

QUESTIONS & ANSWERS

Have a Question?

Be the first to ask a question about this.

Ask a Question
files/60ff09-payment-glyph-icons-logos-freebie.jpg

Salon Kitty
Sesso e spionaggio nel Terzo Reich

Peter Norden

Pagine: 250
Codice: 13722
EAN 9788842586623
Collana: Testimonianze fra cronaca e storia - 1919-1939: vent'anni di pace instabile


«Salon Kitty» fu il nome in codice del più sconcertante caso di spionaggio della Seconda guerra mondiale, e tanto importante agli occhi dei tedeschi che lo idearono da essere classificato come «un affare segreto del Reich».

Da sempre il sesso era considerato da tutti i servizi segreti un insostituibile mezzo per carpire agli incauti preziose informazioni sfuggite nell'intimità di un'alcova. Furono però i capi nazisti dello RHSA, il comitato segreto di sicurezza del Terzo Reich, ad istituzionalizzare un simile mezzo trasformando nel 1939 a Berlino una «accogliente» pensione, diretta di Kitty Schmidt, in una vera e propria centrale di spionaggio militare e politico.

Un gruppo di avvenenti ragazze, e fanatiche naziste, accuratamente selezionato ed addestrato in ogni aspetto della loro nuova occupazione, ebbe l'incarico di «far parlare» durante i loro intimi colloqui i frequentatori di «Salon Kitty».
Un attrezzatissimo sistema di ascolto e di registrazione permetteva in tal modo ai nazisti di venire a conoscenza dei più segreti pensieri e delle intenzioni non solo di militari, uomini politici o diplomatici stranieri, alleati o neutrali, ma anche di gerarchi nazisti e di appartenenti alle forze armate tedesche. In tal modo e per diversi anni «Salon Kitty» fu per i nazisti la più importante fonte di informazioni.

Peter Norden, che a capo di una schiera di collaboratori ha condotto a lungo accurate indagini sull'attività spionistica che aveva luogo al «Salon Kitty», ascoltando registrazioni e raccogliendo testimonianze di ogni genere, ha scritto col presente volume una storia vera che supera nella sua autenticità la più sfrenata fantasia romanzesca.