Sidebar
-5%

Macchioni M.: Filippo Maria Beltrami,

: Copie disponibili in magazzino

: Storia e Testimonianze

: Ugo Mursia Editore

€13,78 €14,50

QUESTIONS & ANSWERS

Have a Question?

Be the first to ask a question about this.

Ask a Question
files/60ff09-payment-glyph-icons-logos-freebie.jpg

Filippo Maria Beltrami «il Capitano»
La resistenza nel Cusio dal novembre 1943 al febbraio 1944

Mario Macchioni

Pagine: 256
Codice: 13753
EAN: 9788842586791
Collana: Testimonianze fra cronaca e storia – 1939-1945: Seconda guerra mondiale


L'architetto Filippo Maria Beltrami, medaglia d'oro della Resistenza alla memoria, è di quelli che - insieme con i fratelli Di Dio - sono entrati, di vorrebbe dire, in una sorta di pantheon, tali e tanti sono i ricordi connessi alla sua figura, l'eco delle sue imprese, e l'alone di prestigio, rispetto e deferenza che lo circondò in vita e che tuttora trapela dalle memorie e dai ricordi di coloro che lo conobbero. Il suo operato come resistente durò invero poco: dal novembre 1943 al 13 febbraio 1944, quando il gruppo da lui comandato fu sorpreso nell'area di Megolo e annientato da soverchianti forze nemiche.
Però proprio perché breve, ma intensissima, la sua partecipazione alla Resistenza nel Cusio conobbe un vigore e una tensione ideale, una dirittura di condotta che, se da un lato tradivano forse un entusiasmo ancora giovanile, dall'altro ebbero una forza trascinante tanto da farlo ricordare ancora oggi come il Capitano per antonomasia, colui al quale venivano chieste e dal quale si esigevano imprese fors'anche superiori a quello che poteva essere il potenziale bellico in uomini e mezzi.

Proprio per questa, se vogliamo, fondamentale visione «borghese» della condorra della guerra partigiana - visione che tradiva un ideale cavalleresco e poco consono ai tempi, tanto che lo portò a colloquio con esponenti repubblicani e perfino con comandanti delle S.S. (una pagina discussa, che ebbe come protagonista l'Autore di questo libro) - la figura del Beltrami è stata sovente al centro di polemiche accese, tanto che, dopo la guerra, del Capitano emerse una figura assai diversa da quella che conobbe l'Autore del presente volume.

A Filippo Beltrami viene dunque restituita non solo quella tensione ideale che coloro che gli furono a fianco conobbero e apprezzarono, ma anche la verità storica che lo volle protagonista indiscusso fino al momento della tragica fine.
E accanto a Filippo Beltrami vediamo muoversi personaggi ormai famosi e leggendari protagonisti della Resistenza come l'attuale generale Li Gobbi, il colonnello Curreno di Santa Maddalena, il comandante «garibaldino» Moscatelli e i già citati fratelli Di Dio.


L'autore

Mario Macchioni, avvocato, ha fatto parte dal settembre 1943 del C.L.N., che lasciò per entrare nella formazione del Capitano Beltrami. Dopo la morte di quest'ultimo fece di nuovo parte del C.L.N. omegnese fino al suo scioglimento.