Sidebar
-5%

Forni I.: Alpini garibaldini

: Copie disponibili in magazzino

: Storia e Testimonianze

: Ugo Mursia Editore

€14,73 €15,50

QUESTIONS & ANSWERS

Have a Question?

Be the first to ask a question about this.

Ask a Question
files/60ff09-payment-glyph-icons-logos-freebie.jpg

Alpini garibaldini
Ricordi di un medico nel Montenegro dopo l'8 settembre

Irnerio Forni

Pagine: 208
Codice: 13830
EAN: 9788842511552
Collana: Testimonianze fra cronaca e realtà - 1939-1945: Seconda guerra mondiale
Con inserto fotografico


Molti sono i libri dedicati a quanti - ufficiali, sottufficiali e truppa - all'annuncio dell'armistizio dell'8 settembre 1943, decisero, sul fronte balcanico, di non cedere le armi di fronte alla protervia dell'ex alleato e di difendere la propria libertà scegliendo la strada della resistenza ai tedeschi. Pochi furono coloro che, alla fine, rientrarono in patria. Altri si smarrirono, non seppero resistere alle privazioni e ai durissimi trasferimenti imposti da un nemico feroce e dal clima, rigido in una terra ingrata. Rispetto alle controffensive sferrate dalle truppe tedesche a dalle loro forze alleate (musulmani, ustascia e cento altre formazioni), gli italiani che seppero tenervi testa furono pochi; intere divisioni, rimaste senza ordini e talvolta senza comandanti, furono facilmente disarmate e i loro soldati avviati verso la prigionia, quando non persero improvvidamente la vita.

La testimonianza dell'Autore di queste pagine risulta tanto più preziosa in quanto egli potè seguire le alterne fasi dei combattimenti fino all'ingresso in Istria delle unità partigiane. In questo diario - interrotto, ripreso o ricostruito nei fogli andati perduti - non c'è retorica né compiacimento; c'è solo una grande carica di umanità senza rancori. È la cronaca di una perenne lotta contro gli edemi da fame, le misteriose affezioni che spezzano anche le fibre più forti, le ferite e gli squarci che italiani e slavi subirono e che l'Autore curò senza distinzione, con pochi medicamenti e con dotazioni irrisorie. L'evoluzione degli eventi, annotata con l'animo di chi è consapevolo di assistere allo svolgersi di un attimo di storia, ha anche e soprattutto un afflato di amor filiale, essendo quelle note indirizzate in spirito alla madre che, sola a casa, attendeva le lettere che il figlio custodiva in una sacca di pelle di capra e che mai potè spedirle.


L'autore
Irnerio Forni è nato a San Giovanni in Persiceto (Bologna) nel 1913. Laureatosi in medicina nel 1938, fu subito chiamato alle armi come ufficiale medico di truppe alpine; venne congedato nel 1945. Libero docente all'Istituto Ortopedico Rizzoli, è stato poi primario chirurgico ortopedico a Venezia.


Rassegna stampa