Sidebar
-5%

Marziano L.: Soldati per la Patria

: Copie disponibili in magazzino

: Storia e Testimonianze

: Ugo Mursia Editore

€13,78 €14,50

QUESTIONS & ANSWERS

Have a Question?

Be the first to ask a question about this.

Ask a Question
files/60ff09-payment-glyph-icons-logos-freebie.jpg

Soldati per la Patria
Con il II Corpo d'Armata sul fronte occidentale: 1918
Luigi Marziano

Pagine: 152
Codice: 13890
EAN 9788842519898
Collana: Testimonianze fra cronaca e storia - 1914-1918: Prima guerra mondiale


Il tenente Luigi Marziano, veterano di venticinque anni, inizia a scrivere questo diario nel maggio del 1918 sulla tradotta che, dopo una licenza trascorsa a casa, lo riporta al suo reparto, il 10º reggimento di artiglieria da campagna.

I fatti narrati si riferiscono all'ultimo anno di guerra e riflettono le vicende del II Corpo d'Armata italiano inviato a combattere in Francia, in aiuto degli Alleati. Il fronte occidentale è di specifico interesse per il lettore italiano perchè poco presente nella memorialistica, così come è dimenticata, o quasi, la partecipazione delle nostre truppe.

Il diario è ricco di annotazioni: lo stile sobrio rivela però una certa giovanile baldanza ma anche una pensosa consapevolezza del proprio dovere di soldato, che ha imparato bene il «mestiere» della guerra.
Il cronista della 5ª batteria sottolinea il confronto dell'Italia e degli italiani, in terra francese, con la temibile macchina da guerra tedesca.

La vittoria italiana rappresenta quindi il superamento di questa prova.


L'autore
Luigi Marziano (1893-1977), giovanissimo si arruolò volontario nell'esercito e nel 1915, allo scoppio della guerra, fu assegnato al 10º reggimento artiglieria da campagna; con questa unità, partecipò alle operazioni della Bainsizza e, dall'aprile del 1918, a quelle del fronte franco-tedesco al seguito del II C.d'A. italiano.
Nel dopoguerra, passato nei quadri del servizio permanente effettivo, fu allievo della Scuola di cavalleria di Pinerolo e poi presso il distaccamento di Tor di Quinto, primeggiando in percorsi ippici nazionali e internazionali.
Nel 1939, in Tunisia, fu al comando della difesa costiera. Rientrato in Italia mel 1943, partecipò alla lotta partigiana alla testa di una formazione in provincia di Padova.