Sidebar
-5%

Castellini F.: Il ribelle di Predappio. Amori e giovinezza di Mussolini

: Non disponibile

: Primo Dopoguerra

: Ugo Mursia Editore

€15,68 €16,50

QUESTIONS & ANSWERS

Have a Question?

Be the first to ask a question about this.

Ask a Question
files/60ff09-payment-glyph-icons-logos-freebie.jpg

Il ribelle di Predappio
Amori e giovinezza di Mussolini

Fabrizio Castellini

Pagine: 192
Codice: 13901
EAN 9788842520115
Collana: Testimonianze fra cronaca e storia - 1919-1939: vent'anni di pace instabile


Il volume nasce da un incontro «fatale» con una signora di Gualtieri, Teresa Landini, che aveva già girato la boa del secolo e che era stata nel 1902 amica della prima amante di Benito Mussolini.
Correva l'anno 1983 e si parlava molto del duce perchè, se non fosse stato fucilato a Giulino di Mezzegra e se fosse stato longevo come Teresa, anche lui avrebbe compiuto cento anni.
L'intervista fu pubblicata in esclusiva su un settimanale milanese e il successo giornalistico di quel primo incontro col giovane Predappio ha convinto l'autore ad esplorare gli anni giovanili di Mussolini, ricostruiti soprattutto, ma non soltanto, attraverso le donne.

Vengono riscoperte le sue prime storie d'amore: quella con Giulia Fontanesi, l'amante di Gualtieri. Con le cugine benestanti di Predappio Venezia e Giovannina Proli. Con la maestrina Paola Denti, trovata ancora in vita alla bella età di 103 anni.

E poi la sua passione per Luigia Paggetta e Dina Lessanutti di Tolmezzo. Gli approcci matrimoniali a Oneglia con Emanuelita Margaria, Maria Cattarina Dittamo e Giovannina Amoretti. La relazione con l'amante trentina Fernanda Oss, da cui ebbe Benito Ribelle, un figlio segreto e ripudiato.
E infine le sue storie con le «milanesi», Angelica Balabanoff, Margherita Sarfatti, Ida Dalser e Leda Rafanelli, nel periodo in cui era sulla poltrona di direttore dell'«Avanti!».

Il Mussolini che ne esce fuori è vero perché plasmato sulle testimonianze dirette delle ultime persone ancora viventi che lo conobbero nei suoi anni giovanili, quelli decisivi nella vita del futuro dittatore perché in essi scorrono le fasi della miseria più nera, delle prime deludenti esperienze di lavoro, del sempre più assiduo impegno politico, della metamorfosi dal socialismo rivoluzionario all'interventismo alla vigilia della Prima guerra mondiale.


L'autore
Fabrizio Castellini, laureato in Giurisprudenza, è giornalista della «Tribuna» di Parma per la cronaca giudiziaria.
È stato collaboratore dei settimanali «Gente», «Domenica del Corriere», «Oggi», «Epoca».
Ha pubblicato su «Epoca» nel 1995 un'inchiesta sui carteggi Mussolini-Churchill. Sempre nel 1995 ha curato e pubblicato per l'editore Blumen di Brescia la riedizione de La Riscossa di Gabriele D'Annunzio.