Sidebar
-5%

Innocenti M.: Mussolini a Salo'

: Copie disponibili in magazzino

: Storia e Testimonianze

: Ugo Mursia Editore

€14,25 €15,00

QUESTIONS & ANSWERS

Have a Question?

Be the first to ask a question about this.

Ask a Question
files/60ff09-payment-glyph-icons-logos-freebie.jpg

Mussolini a Salò
Il tramonto di un uomo

Marco Innocenti

La breve parabola del «repubblichino», il vinto, l’uomo smagrito, pallido, rassegnato, con gli occhi lucidi, gli occhiali e la barba mal fatta. La storia dell’ultimo Mussolini, il perdente, con le sue paure e le sue malinconie. Più umano, più italiano di

Pagine: 152
Codice: 13903
EAN 9788842523344
Collana: I libri di Marco Innocenti

 


 

Autunno 1943, sono passati pochi anni dall’Impero e sembra una vita. Mussolini, padre- padrone dell’Italia imperiale, è diventato il prestanome della Repubblica di Salò, un sopravvissuto, un uomo finito, pago della vita, in sosta vietata sulla strada che dal trionfo porta alla tragedia. Custodito in bacheca sul lago di Garda, oggetto, tra ulivi e cipressi, di una vuota venerazione, vive i suoi sessant’anni sconfitto leggendo un copione scritto a Berlino. E ripensando, come tanti vecchi, al bel tempo che fu. È stato leggenda, mito, canzone popolare, ora è un essere umano che porta con sé il proprio destino.
Ostaggio dei tedeschi, è un nome, un testimonial e un capro espiatorio. Stanco, insicuro, apatico, malato, ha un grande futuro dietro di sé. Il crollo della Repubblica «nera» rompe l’oziosa e amara routine di Gargnano. Arrestato come un ladro in fuga, muore in un freddo aprile senza primavera sullo sfondo di un lago gonfio di pioggia.
Dopo tanta estatica isteria, il destino impietoso gli riserva il dileggio, lo scempio, lo sputo. L’ultima adunata oceanica è in Piazzale Loreto. Una fine che lui, che era cinico ma non crudele, non avrebbe augurato al peggiore dei suoi tanti nemici.

 


L'autore

Marco Innocenti, nato a Milano, giornalista, è articolista del «Sole 24 Ore». Studioso di attualità politica internazionale e di storia contemporanea, ha pubblicato con Mursia molti titoli sull’Italia del Ventennio. Si è occupato di biografie nei saggi: Le signore del fascismo (2001), Edda contro Claretta (2003), Sognando Meazza (2006) e Quando il calcio ci piaceva più delle ragazze (2008). Con Enrica Roddolo ha pubblicato Belle da morire (2002) e Fascino (2004); con Laura Levi Manfredini Le Stelle di Parigi (2005) e Gli anni folli (2007).


Rassegna stampa