Sidebar
-50%

Ferrero A.:

: Copie disponibili in magazzino

: Storia e Testimonianze

: Ugo Mursia Editore

€7,25 €14,50

QUESTIONS & ANSWERS

Have a Question?

Be the first to ask a question about this.

Ask a Question
files/60ff09-payment-glyph-icons-logos-freebie.jpg

«Terroristen»
La brigata Valle Stura: la più decorata al valor militare

Aldo Ferrero

Pagine: 152
Codice: 13913
EAN 9788842521174
Collana: Testimonianze fra cronaca e storia - 1939-1945: Seconda guerra mondiale


Migliaia di vite francesi, americane e tedesche salvate. Otto mesi di guerra partigiana in Francia, paese nemico.

Queste note sulla brigata partigiana Giustizia e Libertà Valle Stura «Carlo Rosselli» sono state scritte nell'estate 1990, per essere presentate dall'autore, iscrittosi all'università all'età di 75 anni, come tesi di laurea presso la facoltà di Scienze Politiche (indirizzo storico-politico) dell'Università Statale di Milano.

Il ricordo della vita partigiana in Giustizia e Libertà è stato la molla che ha spinto l'autore a scrivere questo libro: «Ho ritenuto che non potesse andare disperso nel tempo il ricordo dei lunghi otto mesi, dal 28 agosto 1944 al 29 aprile 1945, che la Brigata Valle Stura, comandata da Nuto Revelli, trascorse in Francia, armata e indipendente in territorio nemico, sapendo farsi rispettare, considerare e ammirare per disciplina, coraggio e coerenza dimostrati nella lotta a cui partecipò a fianco degli Alleati».


L'autore

Aldo Ferrero nasce a Cuneo il 20 agosto 1912. Nel settembre 1939, viene chiamato alle armi come sottotenente di artiglieria e presta servizio in guerra, sempre in zona di operazioni, diventando capitano nel 1942. Nel luglio 1944 raggiunge Nuto Revelli che comanda una Banda Partigiana «G.L.» in Valle Vernenagna (Cuneo) e lo segue quando passa a comandare la brigata G.L. «Carlo Rosselli» in Valle Stura l'8 agosto 1944.
Rimarrà con quella Brigata sino alla fine della guerra il 30 aprile 1945, passando con essa otto mesi in Francia.
Nel 1946 si è laureato in Economia e Commercio presso l'Università di Torino. Nel 1987 all'età di 75 anni si immatricola alla Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Milano e si laurea nel dicembre 1990 a quasi ottant'anni con la tesi partigiana sula «Brigata Valle Stura». Viene citato nel Guinnes dei Primati (edizione 1996, pag. 254 al capitolo «Istruzione-Università») quale matricola universitaria-studente lavoratore più anziana al mondo.
Attualmente fa parte del Comitato Scientifico del «Centro per lo studio delle malattie dismetaboliche e delle iperlipemie» presso l'Istituto di Scienze Farmacologiche dell'Università di Milano. È sempre attivo nella sua azienda. Risiede dal 1945 a Milano.