Sidebar
-5%

Bernabei A.: Esuli e immigrati italiani nel Regno Unito dal 1920 al 1940

: Copie disponibili in magazzino

: Primo Dopoguerra

: Ugo Mursia Editore

€12,83 €13,50

QUESTIONS & ANSWERS

Have a Question?

Be the first to ask a question about this.

Ask a Question
files/60ff09-payment-glyph-icons-logos-freebie.jpg

Esuli ed emigrati italiani nel Regno Unito
1920-1940
Alfio Bernabei

Pagine: 264
Codice: 13914
EAN 9788842521297
Collana: Testimonianze fra cronaca e storia - 1919-1939: vent'anni di pace instabile


Questo volume apre uno squarcio su un periodo poco conosciuto, ma di grande interesse per la ricostruzione della nostra storia più recente.

Il testo parte da un'ottima documentazione, costruita sulla base di anni di ricerca in archivi inglesi e italiani.
Scritto in chiave di documento-dramma con al centro la vicenda del sarto di origine italiana Decio Anzani, segretario della sezione londinese della Lidu (Lega italiana per i diritti dell'uomo) in diretto contatto con il Labour Party, illustra anche la nascita e l'attività del Fascio italiano nella Little Italy di Londra e in tutte le principali città inglesi e i suoi sviluppi negli anni fra il 1920 e il 1940 nel quadro dei rapporti anglo-italiani.

L'Autore descrive per la prima volta i protagonisti e le attività dell'antifascismo tra gli Italiani nel Regno Unito sulle basi di materiale inedito conservato nel Public Record Office; esamina le attività della superspia dell'Ovra Alessandro Consani, finanziatore de l'«Avanti!» pubblicato a Parigi e poi infiltrato ai vertici dell'Independent Labour Party; racconta l'arresto e l'internamento di oltre 4000 Italiani nel Regno Unito dopo la dichiarazione di guerra di Mussolini del 10 giugno 1940.
Una parte importante e inedita è quella dedicata all'affondamento dell'Arandora Star nella quale perirono 476 Italiani fatti deportare come «stranieri nemici», incluso l'Anzani.


L'autore
Alfio Bernabei è laureato in Scienze Politiche all'Università di Reading, Berkshire.
Ha lavorato per la Bbc e il Channel 4. Attualmente è il collaboratore de «L'Unità» da Londra.