Sidebar
-50%

Giovanelli V.: Le tribu' della tivu'

: Non disponibile

: Spettacolo

: Ugo Mursia Editore

€8,00 €16,00

QUESTIONS & ANSWERS

Have a Question?

Be the first to ask a question about this.

Ask a Question
files/60ff09-payment-glyph-icons-logos-freebie.jpg

Le tribù della tivù
Cinquant’anni di televisione italiana raccontati da un protagonista

Vittorio Giovanelli

Vittorio Giovanelli ha vissuto in tutte le tribù televisive e ne conosce i segreti. Per la prima volta racconta la vera storia della tivù italiana e di chi la fa.

Pagine: 406
Codice: 13961
EAN 9788842531395
Collana: MediaMursia

 


 

Come cominciò l’avventura televisiva di Berlusconi? Rizzoli, Mondadori, Rusconi: perché persero le tivù? Che cosa c’è dietro i contratti delle grandi star? Perché non funzionò la ‘pax televisiva’ tra Rai e Fininvest? Chi è il personaggio più ingovernabile? Favori sessuali in cambio di carriera. Che cosa c’è di vero? Perché Costanzo è così potente? Perché Baudo e la Carrà tornarono in Rai? Qual è il vero segreto del successo di Striscia la notizia? Che cosa accadde la notte in cui Berlusconi annunciò il suo ingresso in politica? Chi sono le persone che lavorano dietro le quinte per fare la tivù? Chi comanda oggi nelle tivù di Mediaset?

 


L'autore

Vittorio Giovanelli è nato a Bovolone (Vr). Nel 1955 entra nella sede Rai di corso Sempione come tecnico, negli anni Settanta diventa organizzatore di produzione e cura la realizzazione di decine di programmi: le inchieste di Enzo Biagi per Casi di coscienza e Giallo vero, Giochi senza frontiere, Orizzonti della scienza e della tecnica, L’uomo e la magia, sceneggiati, reportage e rubriche culturali. Successivamente gestisce la segreteria della sede regionale Rai di Milano e la linea di riprese esterne. Dal 1980 al 1982 è responsabile delle produzioni televisive di Pin, prima rete indipendente, la tivù della Rizzoli. Dal 1982 al 1983 è direttore delle produzioni televisive della tivù della Mondadori, Retequattro. Passa quindi alla Fininvest di Silvio Berlusconi dove ricopre prima la carica di direttore dei programmi originali, poi di vice direttore divisione tivù con competenza sulle risorse artistiche. Nel 1996 diventa direttore di Retequattro. Nella sua lunga carriera ha ideato numerosi programmi tivù: Buona Domenica, Simpaticissima, La domenica del villaggio, Chi mi ha visto, Un due tre quattro e Il trucco c’è. Attualmente è consulente di Mediaset.


Rassegna stampa