Sidebar
-50%

Spezi M.: Undici delitti in attesa di verita'

: Copie disponibili in magazzino

: I Gialli

: Ugo Mursia Editore

€7,00 €14,00

QUESTIONS & ANSWERS

Have a Question?

Be the first to ask a question about this.

Ask a Question
files/60ff09-payment-glyph-icons-logos-freebie.jpg

Undici delitti in attesa di verità
Mario Spezi

«Città e terra perfette per omicidi, Firenze e la Toscana. Nelle loro storie, nere, s’incontrano i personaggi di sempre, mischiati nella morte e nella vita: nobili e baldracche, suore e artisti, omosessuali e osti.»

Pagine: 190
Codice: 13964
EAN 9788842538486
Collana: Gialli italiani

 


 

Una suora viene uccisa nel laboratorio di analisi dell’Ospedale Santa Maria Nuova di Firenze; una giovane tassista viene strangolata al posto di guida dietro il cimitero di Castellina in Chianti; il conte Alvise di Robilant, uno dei personaggi più noti dell’aristocrazia fiorentina, viene ammazzato nel proprio appartamento nel centro storico della città. Sono alcuni dei delitti insoluti che vengono descritti e raccontati in questo volume da uno dei massimi esperti di «nera» italiani. Vicende intricate che rivelano dopo anni molte lacune e verità nascoste, individui loschi e dai molteplici volti che, negli ultimi decenni, sono diventati protagonisti delle pagine di cronaca dei quotidiani nazionali, come la cosiddetta Circe della Versilia, condannata ma con ancora parecchi dubbi, per aver ucciso, con la complicità del suo giovane amante, il marito nella loro villa di Forte dei Marmi. Lo sfondo e l’atmosfera sono quelli di Firenze, dei suoi vicoli e dei suoi angoli cupi e austeri, e della Toscana in generale, terra dove si registrano da sempre pochi omicidi in un anno, ma alquanto strani, intricati e difficilmente comprensibili.

 


L'autore

Mario Spezi nato a Sant’Angelo in Vado (PU) nel 1945. Per due decenni è stato cronista giudiziario, mentre attualmente collabora per le pagine culturali della «Nazione» e con «Il Resto del Carlino» e «Il Giorno». Si è occupato dei maggiori fatti di cronaca nazionali tra gli anni Settanta e Novanta: dai sequestri dell’Anonima sarda in Toscana al terrorismo rosso e nero, dalla P2 a Ustica, dal Mostro di Firenze ai grandi processi di Mafia. Ha lavorato per il «New Yorker», l’ «Espresso», l’ «Europeo», il giapponese «Brutus», nonché per la televisione americana NBC, per la Rai (Chi l’ha visto?, Notti blu) e per Mediaset. È autore dei romanzi Il violinista verde (1996), Il passo dell’orco (2003) e Dolci colline di sangue (2006) scritto con Douglas Preston.


Rassegna stampa