Sidebar
-5%

Stendhal: Vita di Napoleone

: Non disponibile

: Biografia ETA

: Ugo Mursia Editore

€16,15 €17,00

QUESTIONS & ANSWERS

Have a Question?

Be the first to ask a question about this.

Ask a Question
files/60ff09-payment-glyph-icons-logos-freebie.jpg

Vita di Napoleone
Stendhal

Pagine: 244
Codice: 14264
EAN: 978-88-425-4809-6
Collana: Indici

«Nessun generale dei tempi antichi o moderni ha vinto così tante battaglie importanti in così poco tempo, con mezzi così limitati e su nemici così potenti. Un ragazzo di ventisei anni si trova ad aver oscurato in un anno gli Alessandro, i Cesare, gli Annibale, i Federico.»

Una biografia del massimo condottiero dei tempi moderni scritta poco dopo la sua eclissi: quando Stendhal inizia a comporre la Vita di Napoleone, infatti, il vincitore di Marengo si trova ormai relegato in mezzo all’Oceano, mentre l’autore è agli esordi.
Eppure, l’opera rivela un dinamismo e un talento che inutilmente si possono cercare in lavori più attendibili ed equilibrati, scritti da storici di professione. Stendhal esprime tutta la sua ammirazione per uno dei massimi geni che il mondo abbia mai avuto, pur non perdendo capacità di giudizio: non manca infatti di cogliere, con osservazioni puntuali e divertenti, le debolezze dell’eroe, i suoi errori nella sfera pubblica e privata, gli eccessi di un accentratore che l’overdose di successi ha reso troppo sicuro di sé e, quindi, vulnerabile.
L’interpretazione personale dell’ascesa e della decadenza, dei tradimenti e delle sorprendenti intuizioni di Napoleone redatta in uno stile ancora acerbo ma che già preannuncia i baluginanti tratti della scrittura stendhaliana, ancora oggi capaci di incantare il lettore.

L'Autore
Stendhal, pseudonimo di Henri Beyle, nasce a Grenoble nel 1783. Nel 1799 si trasferisce a Parigi, dove lavora presso il ministero della Guerra, e l’anno successivo si arruola nell’Armata d’Italia. Dopo la caduta di Napoleone si stabilisce a Milano, ma nel 1821 è costretto a tornare in Francia perché sospettato di spionaggio. Nel 1830 pubblica Il rosso e il nero e nel 1838 La Certosa di Parma, i suoi capolavori. Muore nel 1842 per un attacco apoplettico. Il legame profondo che lo ha sempre unito all’Italia è attestato dall’iscrizione che ha voluto sulla tomba: «Henri Beyle, milanese».


Il titolo è in vendita in libreria e nei bookstoreonline.

A seguire il link alla scheda del prodotto su Amazon.it e Ibs.it