Sidebar
-50%

Brunello V.: S'ciapussi

: Copie disponibili in magazzino

: Itinerari e Città

: Ugo Mursia Editore

€8,00 €16,00

QUESTIONS & ANSWERS

Have a Question?

Be the first to ask a question about this.

Ask a Question
files/60ff09-payment-glyph-icons-logos-freebie.jpg

S'ciapussi
Piccole storie dell'Altipiano
Vittorio Brunello
 Prefazione di Bepi De Marzi

Pagine: 344
Codice: 17472
EAN 978-88-425-4728-0
Collana: Viaggi, scoperte e tradizioni
Con inserto fotografico


«Nel suo appassionato narrare in cerca di suoni mai perduti, armonia della vera identità montanara, Brunello, alpino, dicendo Pasubio vibra d’emozione. E noi con lui.»
Dalla prefazione di Bepi De Marzi

La parola s’ciapussi è ormai nota solo a pochi anziani, in Veneto, ma poco più di mezzo secolo fa tutti la conoscevano e sapevano che, quando il bel tempo lo consentiva, le donne cercavano lungo le siepi o sotto una betulla quei rametti secchi, s’ciapussi appunto, che ben si prestavano ad accendere il fuoco la mattina.

Il termine interpreta bene lo spirito con cui sono state scritte queste pagine: raccontare piccole storie del secolo scorso che, come quei pezzetti di legno, possono sembrare insignificanti, ma invece hanno molto da raccontare sulle tradizioni e sui valori di una volta, sia a chi quei tempi li ha vissuti, sia ai giovani che non li conoscono.

Dalla geografia dell’Altipiano, con i suoi colori, i profumi, le cime e le sorgenti, alla buona tavola casalinga, dalla ricchezza del dialetto veneto alla produzione dei casari e degli alpeggi, dalle fatiche della terra alla campana della chiesa la domenica, dai giochi d’infanzia alla scuola, dai primi corteggiamenti alle feste di matrimonio, dagli emigranti alle due guerre che tanti giovani dell’Altipiano hanno lasciato «andare avanti».


L'autore
Vittorio Brunello, nato a Velo di Lusiana (Vicenza) nel 1934, ha svolto il servizio militare come ufficiale di complemento al 6° Reggimento Artiglieria da Montagna. Si è laureato in Scienze Politiche all’Università di Padova ed è stato docente di lingua e letteratura francese presso il liceo classico di Bassano del Grappa. Impegnato nel sociale (Istituti «Cremona» e «Sturm-Colbacchini») e in iniziative culturali (Centro Studi «Larizza» e Istituto «Rezzara» di Vicenza), ha ricoperto le cariche di sindaco di Lusiana e di assessore alla Cultura di Bassano, partecipando come relatore a convegni patrocinati dall’Unesco. Consigliere nazionale dell’ANA e vicepresidente vicario, dal 2006 è direttore del mensile «L’Alpino».

 


 

Rassegna stampa
18.11.2011 Il Giornale di Vicenza

Rassegna stampa siti internet
22.06.2011 Mondointasca.org