Sidebar
-5%

Dugan J.: La grande nave di ferro

: Non disponibile

: Mare

: Ugo Mursia Editore

€17,10 €18,00

QUESTIONS & ANSWERS

Have a Question?

Be the first to ask a question about this.

Ask a Question
files/60ff09-payment-glyph-icons-logos-freebie.jpg

La grande nave di ferro
James Dugan


Pagine: 302
Codice: 18299
EAN 978-88-425-5059-4
Collana: Biblioteca del mare - Uomini, navi e misteri del mare
Con inserto fotografico


«Più di un secolo e mezzo fa, all'epoca della rivoluzione industriale, il mondo era in ammirazione di un portento che stava prendendo forma all'Isle of Dogs, sul Tamigi, a Londra. Si trattava di un piroscafo cinque volte più grande di qualsiasi altra nave che allora solcasse i mari, il padre di tutti i transatlantici.»

Il Great Eastern, varato nel 1858, fu la nave di ferro più grande che fosse stata costruita fino a quel momento. Con una lunghezza di 211 metri e una larghezza di 36,6, era stato progettato per compiere traversate tra la Gran Bretagna e l'India, senza fare rifornimento di carbone nel corso del viaggio: era dotato delle ruote a pale e dell'elica più grandi che gli oceani avessero mai visto e di una superficie velica di enormi dimensioni. La sua costruzione, avvenuta all'interno di un'ansa del Tamigi, fu un'impresa titanica che coinvolse un imponente numero di persone tra progettisti, tecnici e operai. Molti persero la vita e molti altri si rovinarono finanziariamente per sostenere un progetto colossale e minato fin dall'inizio da una sorte avversa: dopo il varo, fu teatro di quattro ammutinamenti e sopravvisse alla più terribile tempesta atlantica.
Un'avvincente saga tra incredibili record e grandi tragedie, ma che ha comunque segnato una svolta fondamentale nella storia della navigazione mondiale.


L'autore
James Dugan (1912-1967), storico e giornalista americano, durante la Seconda guerra mondiale, fu corrispondente per il «Yank». Collaborò con il capitano Jacques-Yves Cousteau e con Frédéric Dumas, esploratori subacquei, alla stesura de Il mondo silenzioso, e lavorò con il primo nella spedizione archeologica subacquea «Calypso» nel Mediterraneo. Questo libro è il frutto di oltre dieci anni di ricerche che condusse in Francia, Canada, Gran Bretagna e Irlanda.

 

Rassegna stampa

 

Rassegna stampa siti internet

24.10.2012 Ansa.it