Sidebar
-50%

Powell R.: Biglietti per l'inferno (Narrativa)

: Non disponibile

: Giochi

: Ugo Mursia Editore

€7,25 €14,50

QUESTIONS & ANSWERS

Have a Question?

Be the first to ask a question about this.

Ask a Question
files/60ff09-payment-glyph-icons-logos-freebie.jpg

Biglietti per l'inferno
Richard Powell

Pagine: 240
Codice: 19859
Prezzo: 14,50
EAN: 9788842589327
Collana: Biblioteca dei giochi - Bridge

 


 

Siete appassionati di bridge? Vi divertirete molto. Non siete «bridgisti»? Vi divertirete anche di più, perché scoprirete un mondo tutto particolare nel quale Richard Powell vi farà da guida con il suo humour squisito, vero miscuglio di affettuosa bonomia e di graffiante malizia. Ai primi diciamo: non fremete di sdegno se qualche volta termini come «life master» verranno espressi in italiano. Anche chi non mastica l'inglese ha diritto ogni tanto di atterrare sul morbido. Ai secondi assicuriamo: niente paura, il bridge è soltanto un pretesto di cui l'autore si è servito per scrivere un romanzo delizioso.
Benvenuti dunque allo Xanadu, grande albergo di Miami Beach simile a «un'enorme torta di nozze», dove per i Nazionali Primaverili della Lega Americana del Bridge Contratto sono in arrivo giocatori illustri e oscuri, gli uni decisi a difendere la celebrità conquistata (e i relativi vantaggi), gli altri decisi a farsi strada, a forza di frazioni di punti neri e rossi. Vedrete all'opera Mary Rose Rutledge, anziana vedova che, vispa come un passerotto, vive di bridge e di ingenui ma efficaci espedienti, e Asso McKinley, campione in declino che vede calare le sue rendite di «esperto» del gioco ma che, agli espedienti, non vuole ricorrere nemmeno inconsapevolmente; conoscerete la bella Carol, sua ex moglie ed ex compagna al tavolo da gioco, stanca di vivere da troppo tempo in un mondo di sole donne, e un quartetto formato da due coppie ineffabili, i Duke e gli Ashcraft, male assortiti ai tavoli da gioco e in amore; e ancora tanti altri. I vari tornei si avvicendano, a coppie, a squadre e, complice involontario il computer, le vite dei personaggi si intrecciano, con effetti a volte insperati, a volte catastrofici. Abile burattinaio, Richard Powell muove i fili delle sue marionette di carne e lo fa con brio irresistibile e insieme con sottigliezza da psicologo, trascinando con sé il lettore in una sarabanda di tipi, di antefatti, di situazioni che appassionano e divertono dalla prima all'ultima pagina.