Sidebar
-50%

Angiolieri C.: Rime ( Castagnola R.)

: Non disponibile

: Letteratura

: Ugo Mursia Editore

€3,90 €7,80

QUESTIONS & ANSWERS

Have a Question?

Be the first to ask a question about this.

Ask a Question
files/60ff09-payment-glyph-icons-logos-freebie.jpg

Rime
Cecco Angiolieri
a cura di Raffaella Castagnola

Pagine: 224
Codice: 21454
EAN: 9788842518419
Collana: GUM

 


L'immagine di Cecco poeta maledetto, immoralista blasfemo, sperperatore di ricchezze, acido polemista, misogino e corrotto fa parte di un patrimonio culturale fin troppo diffuso. E proprio in conseguenza di un'interpretazione biografica dei contenuti e dei temi della sua poesia si è anche a lungo sostenuto che la sua scrittura fosse frutto di spontaneità e perciò priva di elaborazione formale.
In realtà Cecco costruisce con grande sapienza retorica i suoi ritratti, le scene di vita quotidiana e cittadina, i resoconti di una vita amorosa caratterizzata da una moralità tutta terrena, antiplatonica e gaudente; ed è ormai chiaro come certi suoi temi, come quelli dell'elogio della taverna e del denaro o della fortuna altalenante, riecheggiano noti Carmina burana così come risulta evidente la sua profonda conoscenza dei canoni dello Stilnovo. Ed proprio da questa tradizione dotta che scaturiscono i suoi brillanti esercizi di imitazione o di parodia.

 


L'autore

Cecco Angiolieri (Siena 1260-1312), fu un poeta italiano contemporaneo di Dante.
Le poche informazioni sulla sua biografia confermano una vita dissipata e sregolata, i cui tratti ermergono da alcuni suoi versi.
La sua poesia fu all'insegna del rovesciamento dello stilnovismo e permeata dall'elogio delle passioni terrene, dalla rappresentazione realistica e schietta dell'amore e da una forte carica anticlericale.


Il curatore

Raffaella Castagnola ha insegnato presso le Università di Zurigo, Ginevra e Losanna.
Ha pubblicato saggi su Lorenzo de' Medici, sull'astrologia nel Rinascimento (Il Guicciardini e le scienze occulte, Firenze, 1990) e sulla parodia in Cecco Angiolieri. Ha curato inoltre l'edizione critica delle Stanze di Lorenzo de' Medici e delle Rime di Bardo Segni.