Sidebar
-5%

Maffia D.: Il poeta e lo spazzino

: Copie disponibili in magazzino

: Romanzi

: Ugo Mursia Editore

€12,35 €13,00

QUESTIONS & ANSWERS

Have a Question?

Be the first to ask a question about this.

Ask a Question
files/60ff09-payment-glyph-icons-logos-freebie.jpg

Il poeta e lo spazzino
Dante Maffia

"La monnezza è di proprietà di chi riceve soldi da chi la butta. Pare un indovinello e loro ce se diverteno. Io intanto me sfoglio li libbri quanno che sto a casa e so’ contento d’averli salvati."

Pagine: 200
Codice: 23703
EAN 9788842540007
Collana: Romanzi Mursia

 


 

I rifiuti dicono molto di una città e dei suoi abitanti. Basta saperli leggere come fa Zecchinetta, poeta spazzino che salva i libri dai cassonetti e che insieme alla monnezza raccoglie le voci della Città Eterna e le sue storie. Come quelle di Romolo e Richetto, i colleghi di Zecchinè che non se la sentono di distruggere gli album di fotografie d’altri tempi gettati via insieme ai ricordi, o di Rodolfo e Giulio, che si addormentano tra i bidoni dopo una sbronza alla Garbatella; e poi ci sono Alfonso, che trova una bimba abbandonata in un cassonetto, Virgilio, che fa sempre ritardare il camion per rovistare nei sacchi alla ricerca di oggetti da rivendere o da collezionare, e le giovani spazzine Maria Teresa, che sogna la felicità per tutti, e Angela, che si prende il tifo svuotando un sacco. Dai cassonetti emerge il mosaico di un’umanità amara e fragile persa nella frenesia di ciò che consuma, ma ancora capace di sogni, di emozioni. Un coro di voci differenziate, a modo loro uniche e irripetibili.

 


L'autore

Dante Maffia è nato nel 1946 in Calabria e vive a Roma. È uno dei più autorevoli poeti italiani e le sue opere sono tradotte in molte lingue. Ha collaborato alla rubrica dei libri della RAI e ai maggiori periodici italiani. È autore di numerosi libri di poesia (Caro Baudelaire, La castità del male, Lo specchio della mente, La Biblioteca di Alessandria, Al macero dell’invisibile), di un libro per ragazzi (La regina dei gatti) e di sei romanzi (tra cui Mi faccio musulmano, Il romanzo di Tommaso Campanella, Un lupo mannaro). Ha vinto i più prestigiosi premi letterari, come Circe-Sabaudia, Stresa, Camaiore, Alfonso Gatto, Viareggio, Rhegium Julii. Nel 2004 il Presidente della Repubblica Ciampi lo ha insignito della medaglia d’oro alla cultura.


Rassegna stampa