Sidebar
-5%

Kipling R.: Il gatto che se ne andava da solo (con testo a fronte)

: Copie disponibili in magazzino

: Animali

: Ugo Mursia Editore

€12,26 €12,90

QUESTIONS & ANSWERS

Have a Question?

Be the first to ask a question about this.

Ask a Question
files/60ff09-payment-glyph-icons-logos-freebie.jpg

Il Gatto che se ne andava da solo
The Cat that Walked by Himself
(testo a fronte)
Rudyard Kipling

Pagine: 47
Codice: 61193
EAN: 978887934041
Collana: Felinamente & Co.


«Il Cane Selvaggio alzò il naso selvaggio, sentì l’odorino del montone arrosto e disse: «Voglio andare a vedere di che si tratta, e poi tornerò a riferirvelo, perché mi sembra che ci sia qualcosa di buono. Gatto, vieni con me.» «Nemmeno per sogno!» esclamò il Gatto. «Io sono il Gatto che se ne va da solo, e tutti i luoghi sono uguali per me. Non verrò.» «Allora non potremo mai più essere amici,» disse il Cane Selvaggio, e trotterellò via verso la Caverna. Ma quando si fu un po’ allontanato, il Gatto si disse: «Tutti i posti sono uguali per me. Perché non devo andare a vedere di che si tratta? Me ne verrò via quando mi piacerà».»

Si narra del tempo in cui il Cane e il Gatto erano selvaggi e anche l'Uomo e la Donna erano selvaggi. E di come tutti riuscirono a raggiungere un accordo, scendendo a·compromessi e superando non·poche difficoltà, per convivere civilmente, mantenendo però inalterati alcuni comportamenti che sono riscontrabili ancora oggi nella convivenza con i nostri amici animali. Corredato da testo originale a fronte e da immagini.


L'autore

Joseph Rudyard Kipling (Bombay 1865 – Londra 1936) visse in India fino al 1871, dove il padre, buon conoscitore d’arte, era conservatore del museo di Lahore. Fu poi mandato in Inghilterra, a Southsea, presso una parente anziana: anni, questi dell’infanzia, di solitudine e di infelicità. Nel 1878 si trasferì a Westward Ho, nel Devonshire, entrando nello United Services College, istituto destinato ai figli degli ufficiali e funzionari in servizio: un ambiente rigido e sotto certi aspetti ossessivo, ma anche impregnato di rigorosa moralità. In India tornò nel 1882 come giornalista, soggiornando prevalentemente a Lahore, ma viaggiando largamente per tutto il paese: è a questo soggiorno indiano che risale l’assunzione dei temi e degli interessi che diventeranno caratteristici di Kipling come il rapporto tra i dominatori bianchi e la popolazione indigena, la funzione civilizzatrice dei britannici e la memoria della remota e millenaria civiltà indiana. Le sue prime prove narrative, apparse nel 1888, diedero notorietà allo scrittore prima ancora del suo rientro in Inghilterra, sua patria, avvenuto nel 1889.


Rassegna stampa: